News

Le novità dello studio

assistenza legale

Lo Studio Legale Associato Boscarolli è costantemente al servizio della propria clientela, per garantirle massima efficienza e grande esperienza nel settore legale, offrendo consulenze giudiziarie e informazioni nel campo del diritto penale, civile e tributario. La mission aziendale è soddisfare le esigenze di ciascuno dei clienti, ascoltandone le richieste ed elencando eventi, news e promozioni. Da queste esigenze nasce la presente sezione. Consultatela periodicamente per tenervi aggiornati.

NOVITÁ DAGLI USA
Gli ultimi traguardi in tema di trasparenza fiscale

Dal 17 al 21 luglio Ginevra ha ospitato il Forum Globale sulla Trasparenza e lo Scambio di Informazioni in questioni fiscali per valutare la posizione della Svizzera al riguardo. 

Forum Globale
Il Forum Globale è un organismo internazionale con il compito di determinare lo standard internazionale per lo scambio di informazioni fiscali e di assicurare un’attuazione conforme ed uniforme a livello internazionale degli stessi da parte dei paesi membri. 

Il Forum opera attraverso tre organi: il Comitato direttivo, il Gruppo per la valutazione tra pari, ed il Gruppo sullo scambio automatico di informazioni. Laddove il primo organo controlla l’adempimento e la gestione delle risorse, il secondo Gruppo e’ incaricato dei rapporti di scambio di informazione su domanda da sottoporre al Forum in vista della loro adozione. Il Gruppo di lavoro sullo scambio di informazioni, infine, valuta l’attuazione degli standard da parte degli stati membri.

La valutazione avviene attraverso un processo, che prevede il coinvolgimento degli altri paesi, noto come Peer Review (valutazione tra simili). I criteri di valutazione comprendono la disponibilità, l’accesso e lo scambio di informazioni stesso. La Peer Review consta di due fasi: una prima fase sulla verifica delle basi giuridiche conformi agli standard internazionali sullo scambio di informazioni, ed una seconda, volta ad esaminare lo scambio di informazioni nella prassi. La valutazione si conclude, quindi, con un voto complessivo, dato dalla somma dell’analisi della prima e della seconda fase. 

Finora, gli standard di base sono stati fissati dall’OCSE. Ad oggi, 142 paesi fanno parte del Forum Globale.  

Lo Stato della Federazione Svizzera

L’incontro di Ginevra, dove si sono riuniti i membri del Peer Review Group, ha dato esito positivo per quanto riguarda la Svizzera, il cui sistema è stato, quindi, ritenuto conforme agli standard sullo scambio di informazioni. Trattasi, questo, di un segnale dell’efficiente programma adottato dal Paese per rientrare, per l’appunto, nei termini fissati dal Forum Globale sulla trasparenza fiscale. 

La valutazione si è soprattutto incentrata sullo scambio di informazioni su domanda, anche noto come EIOR (Exchange of Information on Request). 

In occasione dell’incontro e’ stato, inoltre, firmato un accordo bilaterale tra la Svizzera ed il Singapore, sempre in tema di scambio automatico di informazioni tra autorità’ fiscali. Si tratta di un accordo bilaterale, la cui entrata in vigore è prevista per il 2019, con riserva, tuttavia, del Parlamento svizzero quanto alla sua approvazione.



La Corte Suprema pronta ad affrontare i temi caldi dell’autunno.
 
La Corte Suprema degli Stati Uniti è, nuovamente, al completo, dopo l’insediamento, avvenuto lo scorso aprile, del nono giudice nominato da Trump, Neil M. Gorsuch, il quale va a colmare il posto rimasto vacante dopo il decesso del Giudice Scalia del 14 febbraio 2016.
 
La necessità di decidere, comunque, a composizione ridotta (in otto, invece che in nove) può, peraltro, fornire una spiegazione all’insolito record di assensi registrato tra i magistrati. Trattasi, infatti, di un anno giudiziario caratterizzato da un livello di assensi e decisioni adottate all’unanimità mai visto negli ultimi settanta anni, nonostante i temi delicati affrontati dai giudici, quali i diritti degli omosessuali, l’aborto e la sanità pubblica. Al fine di far fronte al rischio di trovarsi in una situazione di stallo con un collegio spaccato in due, gli otto magistrati si sono, quindi, sforzati per trovare un comune accordo su dette questioni, ciò risultando, spesso, in sentenze ad applicazione limitata.
 
Ciononostante, la Corte tornerà a pieno regime il prossimo autunno, quando si troverà a decidere sulle seguenti questioni: il bando sull’immigrazione dell’amministrazione Trump; il conflitto tra omosessualità e libertà religiosa; i limiti costituzionali alla modifica dei distretti elettorali ai fini di voto; la privacy nella telefonia; la violazione dei diritti umani da parte di società; ed i limiti alle unioni dei lavoratori per far fronte ai problemi sul posto di lavoro.
 
 
1. Bando sull’immigrazione del Presidente Trump:
 
Uno degli ordini esecutivi, firmati dal Presidente Trump poco dopo la cerimonia d’insediamento di gennaio, riguardava il tema dell’immigrazione. Il provvedimento del 27 gennaio imponeva, così, il divieto di ingresso nel Paese a quegli individui provenienti da uno dei seguenti Paesi, già classificati come “sospetti”, in quanto legati al terrorismo, dall’Amministrazione Obama: l’Iran, l’Iraq, la Libia, la Siria, la Somalia, il Sudan e lo Yemen. Nel dettaglio, l’ordine esecutivo sospendeva, per tre mesi, la possibilità di tali individui di entrare negli Stati Uniti, a fronte di una sospensione di quattro mesi per i soggetti con riconoscimento di stato di rifugiato, e a tempo indeterminato per i rifugiati siriani. 
 
Numerose ed immediate le mobilitazioni da parte di organizzazioni ed associazioni a difesa degli immigrati e delle minoranze, che hanno, quindi, agito in sede legale, al fine di sospendere, nell’immediato, l’efficacia dell’ordine presidenziale. È stato l’Onorevole Donnelly, giudice federale di New York, il primo a bloccare, in via d’urgenza, il provvedimento, inducendo, da ultimo, il Presidente a riformularlo nel marzo 2017.
 
Il nuovo ordine esecutivo esclude, pertanto, dalla lista dei paesi "sospetti" l’Iraq ed ha eliminato il bando per i detentori di visti o carta verde. Tra le modifiche, si è, altresì, prevista l’eliminazione della sospensione a tempo indeterminato riservata ai rifugiati dalla Siria, nonché la determinazione di un numero massimo di accoglienza di rifugiati all’anno. 
 
Per giunta, solo di recente e, precisamente, il 26 giugno scorso, la Corte, consolidando due cause federali provenienti dal Nono e dal Quarto Distretto d’Appello, ha accolto in parte e rigettato in parte il ricorso, volto a ridare efficacia all’ordine esecutivo, lasciandone, in sostanza, in vigore la parte in cui vieta l’ingresso da quei soggetti provenienti da uno dei sei paesi elencati (quali, appunto, Iran, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen) che non siano in grado di dimostrare connessione alcuna con gli Stati Uniti, vuoi, ad esempio, per lavoro, vuoi per ricongiungimento familiare, vuoi per possesso di visto regolare.
 
In base alla decisione della Corte permane, pertanto, il bando nei confronti dei cittadini di uno dei Paesi “sospetti” privi di connessione col territorio statunitense. Come più volte definita, si tratta, quindi, di una parziale vittoria per l’Amministrazione Trump.
 
 
2. Diritti degli Omosessuali:
 
Tale causa, inserita nel calendario della Corte per l’anno venturo, riguarda un pasticciere dello Stato del Colorado che, disapprovando, per motivi religiosi, matrimoni tra coppie omosessuali, si è rifiutato di realizzare una torta di nozze ordinata, appunto, da una coppia di uomini. Quest’ultima aveva, infine, citato in tribunale il pasticciere per discriminazione, vedendosi, quindi, accolta la domanda nei primi gradi di giudizio.
 
Ciò ha indotto il convenuto a depositare ricorso presso la Corte Suprema, la quale, considerata la delicatezza, soprattutto negli ultimi tempi, dell’oggetto della causa, lo ha accolto, al fine di esaminarlo durante il prossimo anno giudiziario.
 
 
3. Modifica dei Distretti Elettorali per Elezioni di Partito:
 
La questione concerne la mappa elettorale creata dall’Assemblea dello Stato del Wisconsin dopo, che i Repubblicani avevano acquisito il controllo del Governo di Stato nel 2010.
 
La controversia è sorta, appunto, in quanto la mappa, che prevedeva una ridefinizione dei distretti elettorali, era, a detta dei ricorrenti, incostituzionale, giacché risultava in una distribuzione di voti volta a rendere più difficoltosa l’assegnazione di seggi al partito Democratico.
 

4. Privacy nella Telefonia:
 
Insieme alle precedenti controversie, il prossimo autunno la Corte si troverà, inoltre, ad esaminare la questione della necessità, da parte del Governo, di un mandato al fine di ottenere dalle compagnie telefoniche informazioni sulla posizione satellitare dei propri clienti.
 
Tali dati potrebbero, infatti, rivelarsi utili nel collocare o meno un imputato sulla scena del crimine.  
 
 
5. Violazione di Diritti Umani da parte di Società:
 
Non, del tutto, nuova è la questione della possibilità esaminare, in un tribunale statunitense, la violazione di diritti umani, quando ad essere convenuta è una società straniera. Tale possibilità si fonda su una legge del 1789, finora soggetta a diverse interpretazioni giurisprudenziali e dottrinali.
 
Da un lato, un orientamento ha affermato, che la legge consentirebbe tanto cause contro società, quanto contro individui. Dall’altro, alcuni tribunali hanno rigettato una simile interpretazione.
 
In particolare, la vertenza presentata alla Corte coinvolge un istituto di credito giordano, accusato di gestire transazioni finanziarie attraverso una filiale estera, situata a New York, al fine di sostenere gruppi legati al terrorismo e di finanziare gli attacchi avvenuti in Palestina e in Israele.
 
La Corte di Appello aveva emesso sentenza a favore dell’istituto, statuendo, che le società non potrebbero essere accusate di violazione di diritti umani in base a predetta legge. 
 
 
https://www.washingtonpost.com/politics/courts_law/supreme-court-to-weigh-corporations-liability-in-human-rights-violations-abroad/2017/04/03/fcc60b2c-1895-11e7-bcc2-7d1a0973e7b2_story.html?utm_term=.da046a840349
 
6. Azioni Comuni dei Lavoratori:
 
Infine, la Corte dovrà decidere una controversia, che riguarda la possibilità, da parte delle persone giuridiche, di adottare contratti di lavoro con clausole volte ad impedire ai lavoratori di unire le forze in una sorte di class-action, per quanto concerne azioni civili su questioni di lavoro.
 
Ultimamente si assiste, infatti, ad un incremento dell’uso di clausole arbitrali nei contratti di lavoro, le quali prevedono la rinuncia ad azioni simili alle class action, limitando le azioni legali a quelle individuali. Tali clausole sono state, pertanto, soggette a numerose critiche, in quanto tendono a restringere, in misura significativa, se non, addirittura, ad escludere, le "mass arbitration" o le class action contro i datori. 
 
-----
I membri del Congresso reclamano il “Diritto alle Maniche Corte”
 
La scorsa settimana le scale del Congresso degli Stati Uniti sono state la sede della protesta di oltre trenta membri di sesso femminile del Congresso, che si sono presentati al lavoro indossando vestiti senza maniche.
 
Esiste, difatti, un “codice di abbigliamento” del Congresso, in base al quale i rappresentanti delle Camere, che si aggregano tra un voto e l’altro per rilasciare interviste nella stanza adiacente all’aula di voto, devono indossare vestiti o camicie con manica, nel caso delle donne, e giacca e cravatta, nel caso degli uomini.
 
La protesta, denominata "protesta delle braccia scoperte", ha, quindi, per una volta, riunito le “congresswomen” di entrambi i partiti, le quali pretendono, ora, una revisione e, soprattutto, modernizzazione, del codice, ritenuto, ormai, "arcaico".
 

NOVITÁ LEGISLATIVE

Pubblicazioni e novità legislative

Le ultime novità

indietro

avanti

TUTTE LE NEWS

NON PUNIBILITÁ PER TENUITÁ DEL FATTO E GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

La causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto è compatibile con i reati di guida in stato di ebbrezza e di rifiuto di sottoporsi all'accertamento alcolimetrico

Secondo le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, la causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto sarebbe applicabile anche alla guida

... Leggi tutto »

INTRODOTTO IL REATO DI OMICIDIO STRADALE

Il Senato approva definitivamente il reato di omicidio stradale

Palazzo Madama ha approvato in via definitiva, nella seduta del 2 marzo u.s., il provvedimento per la "Introduzione del reato di omicidio stradale

... Leggi tutto »

RIFIUTO DI SOTTOPORSI ALL' ALCOLTEST

CIRCOLAZIONE STRADALE - Sentenza n. 46625 ud. 29/10/2015

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato, che l’ aggravante di aver provocato un incidente stradale non è configurabile rispetto al

... Leggi tutto »

RICORSO INAMMISSIBILE PER TARDIVITÁ

IMPUGNAZIONI E RILEVABILITÁ D' UFFICIO - Sentenza n. 47766 ud. 26/06/2015

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato, che in presenza di ricorso inammissibile perché presentato fuori termine non è rilevabile

... Leggi tutto »

art. 309 C.P.P. E COMPARIZIONE DELL' INDAGATO

MISURE CAUTELARI - Sentenza n. 49882 ud. 06/10/2015 - deposito del 17/12/2015

La Prima sezione ha affermato che, a seguito della introduzione dei modificati commi 6 e 8-bis dell’ art. 309 cod. proc. pen. (operata dalla legge 16

... Leggi tutto »

CHIAMATA IN GARANZIA ED ESCLUSIONE

IMPUGNAZIONI CIVILI - Sentenza n. 24707 del 04/12/2015

Le Sezioni Unite hanno affermato il principio secondo il quale l’ impugnazione del garante riguardo al rapporto principale, tanto nel caso in cui la chiamata

... Leggi tutto »

INTERRUZIONE DELLA PRESCRIZIONE

PRESCRIZIONE E DECADENZA - Sentenza n. 24822 del 09/12/2015

Le Sezioni Unite, a soluzione di una questione di particolare importanza, hanno affermato il principio secondo cui ove il diritto non si possa far valere

... Leggi tutto »

DANNO DA NASCITA INDESIDERATA - RISARCIBILITÁ

DANNO CIVILE - Sentenza n. 25767 del 22/12/2015

Le Sezioni Unite Civili, a risoluzione di contrasto sulla responsabilità medica per nascita indesiderata, hanno affermato, che la madre è onerata dalla

... Leggi tutto »

RASSEGNA DELLE PRONUNCE DELLA CORTE COSTITUZIONALE IN MATERIA PENALE (APRILE - SETTEMBRE 2015)

RASSEGNA C. COST.

SCHEMI LEGISLATIVI IN MATERIA DI DEPENALIZZAZIONE

Il CdM presenta due schemi di Decreti Legislativi in materia di depenalizzazione

Il 17 novembre scorso, il Governo ha presentato alle Camere gli schemi di Decreto Legislativo, approvati in via preliminare nel Consiglio dei Ministri

... Leggi tutto »

LIBERTÁ DI ESPRESSIONE E NEGAZIONISMO

La pronuncia de La Grande Chambre CEDU

Corte Europea Diritti dell' Uomo, Grande Camera, Sent. 15 ottobre 2015, Perinçek c. Svizzera - ric. n. 27510/08
Il 15 ottobre scorso, la Grande Camera

... Leggi tutto »

OMICIDIO STRADALE

La Camera apporta alcune modifiche al disegno di Legge

La Camera approva con alcune modifiche le norme sul reato di omicidio stradale

 

Segnaliamo, che la Camera dei Deputati, nella seduta di  mercoledì

... Leggi tutto »

DELEGA FISCALE - DECRETO LEGISLATIVO N. 158 24.09.2015

Segnaliamo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti attuativi della delega fiscale - in G.U., Suppl. Ord. n. 55, del 7 ottobre 2015

In seguito all' emanazione della Legge 11 marzo 2014, n. 23, con la quale veniva conferita delega al Governo, recante disposizioni per un sistema fiscale

... Leggi tutto »

NEWS & EVENTI

ULTIME NOTIZIE

Le ultime notizie

PROBLEMI RICEZIONE POSTA ELETTRONICA, 26/07/2017

Per motivi tecnici dovuti al Gestore mail, nella giornata odierna, 26 luglio 2017, lo Studio Boscarolli non è in grado di ricevere comunicazioni all' indirizzo mail. 
Si prega di voler scrivere, in caso di assoluta necessità, all' indirizzo pec "avvocati.boscarolli@legalmail.it" o all' indirizzo "avvocati@boscarolli.it".

Ci scusiamo per il disagio, certi che il problema verrà risolto quanto prima.
Studio Legale Boscarolli

ASTENSIONE DEI PENALISTI ITALIANI 20-21-22-23-24 MARZO 2017

PER LA TUTELA DEL 

Leggi tutto »

ASSEMBLEA GENERALE 2016 - ASSOCIAZIONE PROPRIETA' EDILIZIA

IL RISPARMIO ENERGETICO NEL CONDOMINIO E GLI OBBLIGHI DI TERMOREGOLAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE - PROBLEMATICHE E CONSIGLI

  • 24/06/2016
BOLZANO - PIAZZA DUOMO 1 - SALA CONFERENZA CENTRO PASTORALE

In data 24 giugno 2016, alle ore 17.00 , nella Sala Congressi del Centro Pastorale a Bolzano – Piazza del Duomo 1, si terrà l’annuale assemblea dell’APE.

... Leggi tutto »

EINLADUNG VOLLVERSAMMLUNG 2016 - VERBAND DER HAUSEIGENTÙMER

DIE ENERGIEEINSPARUNG IM KONDOMINIUM UND DIE PFLICHTEN ZUR THERMOREGOLIERUNG UND VERBUCHUNG DER WÀRME - PROBLEME UND RATSCLÀGE

  • 17/06/2016
BOZEN - DOMPLATZ N. 1 - IM KONGRESSAAL DES PASTORALZENTRUMS

Am 24 Juni 2016, um 17.00 Uhr , wird, im Kongressaal des Pastoralzentrums in Bozen – Domplatz 1, die jährliche Mitgliederversammlung des VHE abgehalten.

... Leggi tutto »

ASTENSIONE DEI PENALISTI ITALIANI 24-25-26 MAGGIO 2016

PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEL CITTADINO, L' AUTONOMIA DEL LEGISLATORE, I PRINCIPI DEL GIUSTO PROCESSO, PER LA LIBERTÁ DI TUTTI I CITTADINI

Astensione nazionale dei penalisti, contro una riforma asistematica del processo, contro lo slogan “prescrizione più lunga e processi più brevi”, un

... Leggi tutto »

PROTOCOLLO TRA LA CORTE DI CASSAZIONE E IL CNF SULLE MODALITÀ DI REDAZIONE DEI RICORSI PER CASSAZIONE

PROTOCOLLO DI INTESA IN MATERIA PENALE e CIVILE

Segnaliamo  l'avvenuta sottoscrizione, in data 27 dicembre u.s., di un protocollo d' intesa siglato dal Primo Presidente della Corte di cassazione, dott.

... Leggi tutto »

PROCLAMATA L' ASTENSIONE DAL 30 NOVEMBRE AL 4 DICEMBRE 2015

L' UNIONE DELLE CAMERE PENALI ITALIANE PROCLAMA L' ASTENSIONE DA TUTTE LE ATTIVITÀ GIUDIZIARIE NEL SETTORE PENALE

QUI DI SEGUITO IL TESTO DELLA DELIBERA:

 

Proclamata l’astensione dal 30 novembre al 4 dicembre 2015. 

Contro ogni estensione degli strumenti

... Leggi tutto »
Share by: